Situazione Coronavirus

Mentre attendiamo con ansia dalle autorità competenti indicazioni su come riaprire anche parzialmente le nostre porte ai parenti, i nostri responsabili Vita sociale aiutano giornalmente nostri Ospiti ad effettuare videochiamate, telefonate. Le strutture mantengono le famiglie continuamente informate ed aggiornate sulla situazione all’interno delle strutture.

Il livello di attenzione continua a rimanere alto; si iniziano pero’ a vedere i primi segni di ritorno alla normalità, animazione, ginnastica dolce e fisioterapia, individuale od in piccoli gruppi, in giardino o in terrazza. Attività che nonostante la loro apparente semplicità richiedono in questo periodo notevole impegno organizzativo : sanificazione prima e dopo gli interventi e controllo del rispetto delle norma sia igieniche che di distanziamento sociale.

All’interno di ciascuna delle residenze é stato organizzata una unità di crisi, composta da direttore, direttore sanitario, coordinatore infermieristico ed altri componenti della prima linea; l’unità di crisi si riunisce periodicamente, é informata di tutte le nuove indicazioni delle ASL, dell’ISS, delle Regioni in cui operano e dello Stato, secondo le quali aggiorna in tempo reale le procedure in uso nelle residenze, diffonde all’interno della sua organizzazione le nuove procedure e ne verifica l’applicazione.

Ad ogni modifica e o aggiornamento delle procedure il personale riceve l’idonea informazione e formazion e l’unità di crisi analizza e valuta tutti gli eventuali suggerimenti, segnalazioni e/o proposte di modifica provenienti dal personale.

Gli operatori delle residenze sono dotati di tutti i DPI : mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 , guanti, camici, cuffie, occhiali e li usano seguendo le procedure previste dall’unità di crisi.

Nelle nostre strutture a breve gli Ospiti potranno tornare gradualmente e secondo le indicazioni del personale sanitario ad incontrare su appuntamento i loro famigliari attraverso una porta a vetri o da un balcone.

Come previsto dalle rispettive norme regionali le strutture si sono organizzate per creare percorsi di quarantena in nuclei appositi (nucleo grigio o buffer) cosi’ da rendere sempre piu’ sicuro il soggiorno e, quando sarà nuovamente possibile, gli eventuali nuovi ingressi.

Nell’attesa di poterci nuovamente incontrare inviamo da parte di tutto il personale e da parte dei nostri Ospiti un caldo abbraccio

Aggiornato il 29/05/2020


La diffusione del virus coronavirus purtroppo continua ed il gruppo Emera sta seguendo rigidamente le indicazioni delle Autorità competenti in merito alle misure da adottare per i suoi proteggere gli Ospiti ed il personale.

Pertanto, a seguito delle indicazioni del Governo, il Gruppo Emera ha sospeso tutte le visite alle residenze, tranne in casi eccezionali (contattare la direzione della residenza).

Per rimanere in contatto con gli Ospiti Emera offre la possibilità di organizzare videochiamate.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il/la responsabile della Vita Sociale della residenza interessata.

Le visite riprenderanno non appena la situazione lo consentirà.

Aggiornato il 16/03/2020